Acido caprico: struttura, proprietà, fonti alimentari

L’acido caprico, un acido carbossilico a 10 atomi di carbonio, è un acido grasso saturo non presentando alcun doppio legame nella catena alifatica, pertanto in shorthand è indicato come 10:0.
E’ un membro del sottogruppo detto degli acidi grassi a catena media, ossia acidi grassi la cui catena alifatica ha una lunghezza compresa tra 6 e 12 atomi di carbonio.
Il suo nome deriva dalla parola latina caper, che significa capra.

PROPRIETA’
Peso molecolare: 172,2646 g/mol
Formula molecolare: C10H20O2
Nome IUPAC: acido decanoico
Numero CAS: 334-48-5
PubChem: 2969

Formula di struttura dello acido caprico, un acido grasso saturo
Acido Caprico

In forma purificata si presenta come un solido cristallino insolubile in acqua con punto di fusione a 31,4 °C e di ebollizione a 270 °C a 760 mmHg.

SINONIMI
acido n-decanoico
acido decilico
acido n-caprico
acido caprinico
10:0

Alimenti ricchi di acido caprico

Si ritrova come estere del glicerolo nei grassi animali come quelli presenti nel burro di capra e mucca e negli oli vegetali come l’olio di cocco.
L’odore sgradevole che ricorda le capre, da cui il nome, è dovuto alla sua forma libera.

Bibliografia

  1. Akoh C.C. and Min D.B. “Food lipids: chemistry, nutrition, and biotechnology” 3th ed. 2008
  2. Chow Ching K. “Fatty acids in foods and their health implication” 3th ed. 2008

Biochemistry, metabolism and nutrition