Salute e Dieta Mediterranea

Dieta Mediterranea e salute: quali benefici?

Salute
Fig. 1 – Olio Extravergine di Oliva

La Dieta Mediterranea è stata “elaborata” nel corso dei secoli e quindi ha una lunga tradizione di utilizzo senza evidenze alcune di danno per la salute.
Non si tratta di un rigido vincolo dietetico ma di uno stile di vita che si rivelerà molto utile in quanto contribuisce a migliorare la qualità della vita. Non esiste nessuna associazione scientifica che sostenga la tesi secondo cui sia dannosa per la nostra salute; al contrario molti studi hanno dimostrato che una maggiore aderenza alla Dieta Mediterranea è associata al miglioramento dello stato di salute e alla riduzione della mortalità in generale.
Infatti:

  • come dimostrato per la prima volta dal nutrizionista Ancel Keys e colleghi nel Seven Country Studies, svolto negli anni ’50 e ’60 dello scorso secolo, e da studi successivi, la Dieta Mediterranea viene celebrata per il suo impatto sulla salute del sistema cardiovascolare poiché determina una significativa riduzione della mortalità per malattia coronarica e ictus (il dato sull’ictus è stato ottenuto nelle donne);
  • è correlata con una minore incidenza del morbo di Parkinson;
  • è correlata ad un minor rischio di morbo di Alzheimer ed anche al suo successivo decorso e ai suoi esiti: la maggior aderenza è associata con una minore mortalità e si suggerisce un effetto dose-risposta;
  • c’è una significativa riduzione nell’incidenza e nella mortalità da cancro;
  • ci sono prove via via maggiori che indicano un effetto protettivo sull’aumento di peso;
  • è stata riporta un’associazione inversa tra l’aderenza a queste abitudini dietetiche e l’incidenza del diabete di tipo 2 tra soggetti inizialmente in salute e in pazienti sopravvissuti ad un infarto miocardico;
  • è associata ad una minor prevalenza della sindrome metabolica;
  • studi epidemiologici e di intervento hanno rivelato un effetto protettivo nei confronti dell’infiammazione cronica lieve e delle sue complicazioni metaboliche (un modello dietetico con proprietà antiinfiammatorie potrebbe aiutare nella lotta alle malattie correlate all’infiammazione cronica, compresa l’obesità viscerale, il diabete di tipo 2 e la sindrome metabolica);
  • ci sono prove che l’aderenza al modello della Dieta Mediterranea possa avere un potenziale ruolo protettivo per quanto riguarda la prevenzione dei disturbi depressivi: poiché nel rischio di depressione clinica possono essere coinvolti processi infiammatori, vascolari e metabolici l’aderenza alla Dieta Mediterranea, riducendo tali fattori di rischio, può avere un effetto protettivo;
  • essendo caratterizzata dal prevalente consumo di alimenti di origine vegetale come verdure, legumi, cereali e olio extravergine d’oliva e da un ridotto il consumo di carne, specialmente quella rossa, può ridurre l’emissione di gas serra (biossido di carbonio (CO2), metano, ossido nitrico e simili) correlati alla produzione di cibo, in special modo carne (le emissioni di gas serra provenienti dal settore zootecnico sono maggiori di quelle dovute ai trasporti (18% contro 14% del totale) e sono seconde solo a quelle dovute alla produzione di energia (21% del totale).
Bibliografia

Fiala N. Hamburger a effetto serra. Le scienze. Dicembre 2009

Giugliano D., Esposito K. Mediterranean diet and metabolic diseases. Curr Opin Lipidol 2008;19:63-8 [Abstract]

Keys A. Mediterranean diet and public health: personal reflections. Am J Clin Nutr 1995;61:1321S-23S [Abstract]

Martínez-González M.Á., de la Fuente-Arrillaga C., Nunez-Cordoba J.M., Basterra-Gortari F.J., Beunza J.J., Vazquez Z., Benito S., Tortosa A., Bes-Rastrollo M. Adherence to Mediterranean diet and risk of developing diabetes: prospective cohort study. BMJ 2008;336:1348-51 [Abstract]

Sánchez-Villegas A., Delgado-Rodríguez M., Alonso A., Schlatter J., Lahortiga F., Serra Majem L., Martínez-González M.A. Association of the Mediterranean Dietary pattern with the incidence of depression: The Seguimiento Universidad de Navarra/University of Navarra Follow-up (SUN) Cohort. Arch Gen Psychiatry. 2009;66:1090-98 [Abstract]

Scarmeas N., Luchsinger J.A., Mayeux R. and Stern Y. Mediterranean diet and Alzheimer disease mortality. Neurology 2007;69:1084-93 [Abstract]

Schröder H. Protective mechanisms of the Mediterranean diet in obesity and type 2 diabetes. J Nutr Biochem 2007;18:149-60 [Abstract]

Sofi F., Cesari F., Abbate R., Gensini G.F. and Casini A. Adherence to Mediterranean diet and health status: meta-analysis. BMJ 2008;337:a1344 [Abstract]

Subak S. Global environmental costs of beef production. Ecol. Econom. 1999;30:79-91 [Abstract

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *